La Biblioteca e gli Archivi

La Biblioteca e gli Archivi

Cuore della Bottega dello Sguardo è la Biblioteca Teatrale Molinari.
Si tratta di una biblioteca – mediateca dedicata alle discipline dello spettacolo, e più in generale delle arti e della rappresentazione, a partire dal fondo archivistico di Renata M. Molinari. La biblioteca è il cuore delle attività della nostra associazione, che vuole creare una rete fra chi ama il teatro e le sue storie, e promuovere sul territorio la capacità di lettura e comprensione dei processi artistici e culturali attraverso incontri, laboratori, conferenze, racconti di teatro, percorsi guidati fra i titoli e le figure che abitano i nostri scaffali.

Fin dal 2016 abbiamo aderito alla Rete bibliotecaria di Romagna e San Marino, che ha avviato e realizzato la catalogazione dei primi 3000 titoli: siamo dunque inseriti nel Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN).

La biblioteca vanta fino ad ora più di 5.500 titoli: libri, programmi di sala, documenti e riviste, aperti alla consultazione e al prestito. Fra i titoli catalogati fino ad ora più del dieci per cento sono presenti in Regione solo nella nostra biblioteca: questo è per noi motivo di orgoglio e confidiamo che tale “singolarità” concorra ad arricchire scambi e partecipazione nel nostro territorio teatrale e nella rete delle biblioteche.

Possiamo realizzare visite guidate attraverso gli scaffali, i titoli, gli autori della nostra biblioteca: itinerari a tema, magari con la guida di un attore, per far risuonare lo spazio in maniera diversa anche per chi comincia già a conoscerlo e frequentarlo. La biblioteca diventa così luogo di condivisone: condivisione di saperi, esperienze, desideri.

“Incontrare nel presente, di persona, artisti e opere, luoghi e circostanze anche lontani – nello spazio e nel tempo – e condividerne l’incontro con i nostri contemporanei, questo è lo spirito che mi ha portato ad aprire a visitatori la mia biblioteca e a organizzare per loro l‘archivio di lavori e incontri teatrali. Questo mi ha portato a sognare – assieme a compagni di viaggio vicini e lontani – una biblioteca dello spettacolo che possa caccogliere visioni e incontri di altri artisti, di altri spettatori.

Non c’è libro, documento, oggetto nella biblioteca affidata alla Bottega dello Sguardo che non rimandi a una persona, a un gesto preciso di consegna e custodia. E questo confidiamo possa accadere anche per le acquisizioni future. Di consegna e custodia potranno nutrirsi le attività che – insieme – faremo vivere nella nostra bottega.”

(R.M.M.)

Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che, da molti indizi, mio malgrado, vedo venire. Ho ricostruito molto, e ricostruire significa collaborare con il tempo, nel suo aspetto di “passato”, coglierne lo spirito o modificarlo, protenderlo quasi verso un più lungo avvenire; significa scoprire sotto le pietre il segreto delle sorgenti.

(Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano, 1951)

Le rarità della nostra biblioteca

Libri dell'Ottocento: bibliografia selezionata in ordine cronologico, a cura di Marcela Kubovova

A breve pubblicheremo contenuti più approfonditi sulla Biblioteca e gli Archivi: le sezioni, i servizi, le donazioni, programmi di sala e locandine, catalogo testi esclusivi, i video non in commercio.